Adobe’s AI tool for music

Adobe ha introdotto un innovativo strumento AI chiamato Project Music GenAI Control, progettato per rivoluzionare il modo in cui la musica viene creata e modificata. Questo prototipo di strumento AI generativo, annunciato durante l’Hot Pod Summit a Brooklyn, consente agli utenti di generare musica da descrizioni testuali o melodie di riferimento e offre ampie capacità di editing all’interno dello stesso flusso di lavoro. Gli utenti possono inserire prompt di testo che descrivono lo stile musicale desiderato, come ‘danza allegra’ o ‘jazz triste’, e lo strumento genera musica di conseguenza. Inoltre, consente la personalizzazione della musica generata, compresi aggiustamenti al tempo, all’intensità, ai pattern ripetitivi e alla struttura. Gli utenti possono anche remixare sezioni di musica o creare loop ripetuti, rendendolo adatto a varie esigenze di creazione di contenuti, come basi musicali o musiche di sottofondo per podcast e animazioni.

Sviluppato in collaborazione con ricercatori dell’Università della California e della Carnegie Mellon University, Project Music GenAI Control si distingue dagli attuali strumenti musicali generativi offrendo un’esperienza di editing più integrata e user-friendly. A differenza di altri strumenti che richiedono agli utenti di generare audio da zero ripetutamente fino a ottenere il risultato desiderato o di utilizzare software di editing audio separati per le modifiche, lo strumento di Adobe fornisce un “controllo a livello di pixel” per la musica, consentendo aggiustamenti diretti e dettagliati all’audio generato.

Adobe sottolinea il suo impegno per le considerazioni etiche e legali addestrando i suoi strumenti AI generativi su dati con licenza o di dominio pubblico per evitare potenziali problemi legati alla proprietà intellettuale. L’azienda sta anche esplorando la tecnologia del watermarking per aiutare a identificare l’audio prodotto da Project Music GenAI Control, anche se i dettagli sull’implementazione e l’efficacia di questa tecnologia sono ancora in corso.

Sebbene lo strumento sia attualmente nella fase di ricerca e manchi di un’interfaccia utente, l’iniziativa di Adobe rappresenta un passo significativo avanti nella creazione e modifica della musica alimentata dall’IA. Apre nuove possibilità per individui senza esperienza audio professionale per dare vita alle proprie idee musicali e contribuisce alla discussione in corso sulle implicazioni etiche e legali dei contenuti generati dall’IA.

Project Music GenAI Control fa parte degli sforzi più ampi di Adobe per sfruttare l’IA nel miglioramento degli strumenti di creazione audio e video. Altri progetti, come Project Sound Lift, dimostrano l’impegno di Adobe nell’utilizzare l’IA per risolvere comuni sfide audio, come separare la voce dal rumore di fondo e migliorare le registrazioni vocali. Insieme, questi sviluppi evidenziano il ruolo di Adobe nell’avanzamento della tecnologia dell’IA nelle industrie creative, offrendo strumenti che semplificano ed arricchiscono il processo creativo sia per professionisti che per appassionati.

Condividi
Archivio Blog