Apple acquisisce DarwinAI

Apple Inc. ha completato l’acquisizione della startup canadese specializzata in intelligenza artificiale DarwinAI. Questa operazione strategica si inserisce nell’ambito degli sforzi di Apple per potenziare le proprie capacità in campo AI, in particolare in vista di un importante impegno verso l’intelligenza artificiale generativa previsto per il 2024.

DarwinAI è nota per le sue tecnologie volte a rendere i sistemi AI più compatti e veloci, un aspetto che si allinea perfettamente con l’obiettivo di Apple di eseguire l’IA direttamente sui dispositivi, privilegiando la privacy degli utenti rispetto al processamento basato su cloud.

L’acquisizione ha portato all’ingresso di decine di dipendenti di DarwinAI nella divisione AI di Apple, tra cui il ricercatore Alexander Wong, che ha assunto il ruolo di direttore all’interno del gruppo.

La tecnologia di DarwinAI, che include soluzioni AI per l’ispezione visiva dei componenti durante i processi di produzione, dovrebbe supportare gli sforzi di Apple in vari settori, risultando particolarmente vantaggiosa per le applicazioni di IA sui propri dispositivi.

Apple si sta preparando a introdurre una serie di funzionalità AI nel prossimo iOS 18, che potrebbero includere una versione avanzata di Siri e nuove funzionalità AI in Messaggi, iWork, Apple Music e altri servizi. L’azienda sta inoltre integrando la tecnologia AI in Xcode e nelle proprie operazioni di assistenza clienti.

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha accennato a sviluppi rivoluzionari nell’ambito dell’intelligenza artificiale generativa da parte di Apple nel 2024, sottolineando le straordinarie opportunità che questa tecnologia aprirà agli utenti.

I termini finanziari dell’acquisizione non sono stati divulgati, e Apple ha fornito la sua risposta standard alle richieste di acquisizione, affermando che “di tanto in tanto acquista piccole aziende tecnologiche” senza discutere di piani o scopi specifici.

Condividi
Archivio Blog